Dice Afainè anziché Fainè e lo accoltellano. Il sindaco vieta l’uso della parola “ched’è”

FainèHa rischiato di finire in tragedia l’aggressione avvenuta nella notte tra sabato e domenica in pieno centro a Sassari. È l’ennesimo fatto di sangue avvenuto in città negli ultimi mesi. La vittima è un uomo di 50 anni, N.M. titolare di un tabacchino in via Roma a Sassari. L’aggressore, G.F. un Sassarese di 40 anni, con problemi psichiatrici, è stato tratto in arresto dai Carabinieri del nucleo operativo.

N.M. vive da tanti anni in città con la sua famiglia ma è originario di un paese del circondario. Ieri dopo una giornata di lavoro, per festeggiare San Valentino, ha pensato di andare a cena con la moglie. Non la classica cena a lume di candela in un ristorante chic a bere champagne, meglio un buon piatto di Fainè cu la punta secca salsiccia e cipolle e del buon vino di Pulchili. Avevano pensato anche di recarsi al circolo sassarese ma, non essendo nativi del luogo, non erano tesserati.

In un primo momento l’uomo ha proposto alla moglie una cena alla “Fainè da Sassu” in via Usai, ma di sabato sera non vi erano tavoli disponibili e l’attesa era molto lunga. L’uomo, da giorni con le intragne costipate, si era prefissato di mangiare Fainè e non voleva proprio rinunciarci allora propone alla moglie di andare da Benito in via Sant’ Apollinare e i due si incamminano passando per via Luzzati. Arrivati all’altezza di via Monache Cappuccine l’uomo perde l’orientamento e non si ricorda la strada per raggiungere Benito. In preda alla fame e non sapendo usare Google Maps blocca un passante, che sarà poi il suo aggressore, e chiede: “Scusi per l’Afainè dove si passa?” il passante sembra non capire e con tono nervoso risponde: “Gooosaaa?” N.M. spiega meglio la sua richiesta: “Siamo passati da Usai ma non c’era posto, siccome abbiamo voglia di Afainè volevamo andare da Benito ma non ci ricordiamo la strada, lei sa dove si passa?” 

Quei due errori in una sola frase hanno scatenato l’ira del passante, già con problemi psichiatrici, che ha iniziato a sbraitare insultando l’uomo: “Cosa gazzu Usai, si ciamma Sassuuuu”. La donna strattona il marito per allontanarlo dal pericolo ed entrambi terrorizzati cercano di scappare ma il potenziale killer estrae dalla tasca una leppa e insegue la coppia che nel frattempo è riuscita ad allontanarsi di un centinaio di metri. Raggiunti i due strattona l’uomo e colpendolo alla coscia con alcuni fendenti ripeteva “Si dizzi Fainè…” e dopo averlo colpito, mentre chiudeva il coltello a serramanico ha borbottato “…cazz da Usai”.

Le urla disperate della moglie hanno attirato l’attenzione di alcuni abitanti che hanno chiamato le forze dell’ordine. Il ferito è stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso del Santissima Annunziata dove i sanitari hanno provveduto a suturare la ferita. La prognosi è riservata.

I Carabinieri hanno tratto in arresto l’aggressore che al loro arrivo si trovava seduto in una panchina alla fine del Corso Vittorio Emanuele ancora sporco di sangue. Gli inquirenti hanno interrogato l’autore del folle gesto che non ha saputo dare spiegazioni e che ora si trova nella casa circondariale di Bancali a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Il Sindaco Nicola Sanna si dice sconcertato per l’accaduto: “È l’ennesima aggressione per motivi futili. Un caso simile è stato quello del docente che aveva pronunciato Nuòro al posto di Nùoro (vedi QUI). Questo è segno evidente che bisogna investire sull’istruzione e imparare ad esprimersi in maniera corretta. Invitiamo il Presidente Pigliaru ad investire risorse in questo senso. Non giustifico assolutamente il folle gesto di un pazzo, ma sono cose che si possono evitare esprimendoci in maniera corretta”. Il sindaco invita i cittadini ad un uso corretto del “piuttosto che” ed emette un’ordinanza con il divieto di pronuncia della parola “ched’è” in tutte le sue coniugazioni. 

Seguici su FACEBOOK e su TWITTER

Annunci

3 pensieri su “Dice Afainè anziché Fainè e lo accoltellano. Il sindaco vieta l’uso della parola “ched’è”

  1. Grazie per questo articolo, ma a mio parere sembra chele persone stiano degenerando nn solo perché vedo sempre più persone grandi con grandi problemi di alcolismo e droghe di vario genere , ma anche psicotici che nn sanno come prendersela con sé stessi e ammazzano gli altri. Allora vogliamo mettere un po’ più forze dell’ordine in giro per le strade o no ? Aiutateci a proteggere le strade dalla delinquenza

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...